HP School Tool – Svelato dalla scuola

Imparare e divertirsi

L’apprendimento dovrebbe essere un piacere. Dovrebbe includere sfide
e successi, tener conto dell’individualità ed esigere un certo senso di
responsabilità sin dall’inizio. È il punto di vista di Petra Frljić della scuola
elementare Schlimperg a Effretikon – ed è per questo che insegna
secondo il modello di Coira e sostiene l’educazione precoce ai media.
Ne abbiamo parlato con lei.

Signora Frljić, Lei considera un Suo dovere introdurre i bambini all’uso dei media?
Sì, il piano di studio 21 stabilisce che i media e l’informatica siano argomento di lezione. Sono convinta che i bambini dovrebbero sviluppare presto una certa consapevolezza nella gestione dei media. Affinché questo accada, hanno bisogno di usare i media, acquisire competenze di tipo applicativo e affrontare consapevolmente la questione. A mio parere, l’impiego
della tecnologia è uno dei tanti modi di impostazione dell’insegnamento.

Non si tratta, quindi, di usare «Math Trainer» sul tablet?
Non solo. Certo, i bambini sono contenti quando possono risolvere un compito con il tablet o il computer. Non hanno tutti, però, facilità a gestirli, motivo per cui devono aiutarsi a vicenda – imparando contemporaneamente molto in fatto di competenza sociale. Soprattutto all’inizio della prima elementare, devo pianificare molto tempo per i primi passi al PC o al tablet.
Ad ogni singolo bambino trasmetto un messaggio: «Ho piena fiducia nelle tue capacità e so che ce la farai!». È bello che il computer sia infinitamente paziente e che prima o poi ogni bambino sperimenti un senso di soddisfazione. È così che si sviluppa la fiducia in se stessi. Non si tratta, inoltre, di chiedersi se in futuro dovremo padroneggiare i media digitali – la digitalizzazione delle nostre vite è in pieno svolgimento. Ecco perché è così importante che i nostri figli imparino ad usarli in modo responsabile.

Lei pone il focus sui media in ogni materia e riconosce ovunque l’opportunità di veicolare competenze. Per illustrare le moltiplicazioni, durante l’ora di matematica sono state scattate fotografie.
Non ci sono limiti alla mia creatività di insegnante. La cosa con le foto delle mattonelle funziona così: assegno alla classe il compito di cercare «foto di moltiplicazioni» – dove si possono trovare modelli di moltiplicazione? Per esempio, nel cortile della scuola – si possono fotografare mattonelle 2×2, 3×3, o file di finestre, rastrelliere portabici, colonne, ecc. Nello svolgimento del compito, i bambini imparano a scattare foto, a cancellarle, ad aggiungere un testo o a registrare un file audio. E naturalmente anche a come elaborare le foto. Questo a sua volta può portare a una discussione costruttiva: le foto corrispondono sempre alla realtà? E come la mettiamo con la pubblicità?

Lei è traboccante di idee. Da dove prende l’ispirazione?
Rovisto negli app store, scambio idee con colleghi e PICTS e frequento corsi di formazione. Raccomando caldamente il corso «Perle di Internet» della PHZH. Nel corso vengono presentati, valutati e testati i tesori più belli dello scrigno di Internet per il 1° e il 2° ciclo.

La Sua classe ha un’app preferita?
È di certo «Kahoot!». Uso l’app per creare giochi a scelta multipla dove il mix di velocità e risposte corrette è cruciale. Si può competere da soli o in gruppo. Utilizzo l’app in modo mirato e sto sempre attenta a creare un equilibrio tra attività digitali e analogiche.

A proposito: cos’è il modello di Coira?
Nella mia classe c’è solo un posto fisso per ogni bambino ed è nel cerchio. È qui che hanno luogo input, assegnazione di compiti e discussioni. Altrimenti, sono libero di scegliere se sedermi al banco singolo, al banco per due o al tavolo di gruppo. Sono i bambini a decidere a quale livello lavorare su un compito e in quale luogo. Scelgono se risolverlo da soli, con un compagno, in gruppo o con me. Imparano a prendere decisioni e a confrontarsi con gli obiettivi.

Grazie mille, signora Frljić, per questa corroborante conversazione!

L'HP School Tool vi informa trimestralmente per e-mail o posta sulle più recenti soluzioni HP nel settore dell'istruzione.  

Iscriviti oraEDIZIONE ATTUALE HP SCHOOL TOOL